donne

 

 

 

 

 

Fatico molto a capire che cosa sia il rispetto per la donna – il rispetto, per come lo vedo io, non ha sesso né graduatorie – ma dato che se ne parla tanto, vorrei capire. Più precisamente vorrei capire se è ammissibile che delle donne siano aggredite come lo sono state, nelle scorse ore, la scrittrice Costanza Miriano e l’ex ministro Giorgia Meloni; la prima, ad una puntata di In Onda, s’è ritrovata a ricordare a cinque uomini ben poco cavalieri, per usare un eufemismo, una verità stranamente divenuta mostruosa (il diritto di ogni bambino a papà e mamma), la seconda, dopo aver annunciato la gravidanza al Family Day, è divenuta bersaglio di battutine e insulti a sfondo sessuale al punto che pure all’Huffington Post si son accorti che qualcosa non va.

Un problema infatti esiste ed è che, a forza di riempirsi la bocca di diritti, molti – troppi – si son scordati che al mondo esistono anche dei doveri: primo fra questi, il rispetto. Che per me, lo ribadisco, è imperativo universale che non solo deve valere verso quanti la pensano diversamente, ma soprattutto per costoro: altrimenti è rispetto a costo zero, e sono capaci tutti. A maggior ragione, però, alla luce del fatto che le donne sono comunemente ritenute più esposte a violenza e per questo meritevoli di tutele rafforzate, mi chiedo come si possa tollerare il quasi linciaggio catodico di una pur battagliera scrittrice e un’alluvione di violenza social, in assoluto la più vigliacca, contro una parlamentare rea di non essere al guinzaglio del politicamente corretto.

A voi tutto questo non lascia perplessi? Suvvia, pensateci un momento: la questione è seria. Non trovate terribilmente ipocrita tutta quella panna montata, quel frastuono senonoraquandista, quel voler tassativamente e solennemente rieducare l’uomo maschio – oggi, ahinoi, tocca specificare –, quasi fosse per natura un gorilla, salvo poi lasciarlo libero di azzannare ogni donna, se questa ha la colpa di non essere omologata al Pensiero Unico? Non fa un po’ impressione osservare quanto sia breve e volatile ogni proposito di ammodernamento del Paese dal momento che basta essere cattoliche o di destra o anche solo tenere spavaldamente il cervello ancora acceso e i riguardi che hanno tutte le altre donne, beh, te le scordi? A me sì. Anzi, mi fa proprio schifo, se devo dirla tutta.

giulianoguzzo.com

Annunci