Costituzionale

Infuria la polemica contro Alfano, reo di opporsi alle trascrizioni dei matrimoni gay celebrati all’estero. A qualcuno potrà non piacere, ma – a parte che la Costituzione definisce la famiglia come «società naturale fondata sul matrimonio» e che «trasformazioni dell’ordinamento, ma anche dell’evoluzione della società e dei costumi» non possono incidere «sul nucleo della norma» (C. Cost. Sent. 14.04.2010 n°138) – contro la trascrivibilità di tali atti si è già pronunciata la Suprema Corte (Cass. civile , sez. I, Sent. 15.03.2012 n° 4184). Almeno siate coerenti, paladini dei “nuovi diritti”: prendetevela con la Corte Costituzionale, la Corte di Cassazione e i Padri Costituenti.

Annunci