E' una sola

Diversi amici da tutta Italia, domenica scorsa, hanno vegliato nelle piazze leggendo “La famiglia è una sola”. Certo che questo per qualcuno sarebbe il peggiore degli incubi – essere letti dai difensori della famiglia naturale: che orrore! -, per me è invece motivo di orgoglio. Non solo perché appoggio in toto la battaglia di questa temutissima realtà apartitica ed aconfessionale che però, per ridimensionarne la portata, viene furbescamente associata al fondamentalismo di matrice cattofascista, ma anche perché mi allieta sapere come un piccolo libro possa contribuire ad una grande battaglia; come l’apporto di ognuno, alla fine, possa aiutare coloro che si ostinano a credere alla ragione senza cedere alle sirene del «Love is Love».

Annunci