toscanini

E’ possibile arrivare a far pagare la crisi economica alla cultura, uno dei pochi settori trainanti del nostro Paese e decisivi per le giovani generazioni? Sembrerebbe un assurdo. Eppure è quello che rischia di accadere a Ribera, provincia di Agrigento, dove a causa di un’incredibile mancanza di finanziamenti si rischia di far chiudere l’Istituto Toscanini, che opera come conservatorio musicale dal 1991 e che oggi – dopo aver raggiunto, col pareggiamento e la specializzazione, peculiarità e professionalità che hanno dato prestigio alla nostra Provincia – vede coinvolti circa venticinque docenti, più il personale Ata della provincia distaccato e ben duecentotrenta studenti.

E’ possibile che con tutti gli sprechi che, come le cronache non mancano di riferire, interessano da tempo la Regione Sicilia, oggi la crisi debba essere fatta pagare proprio a istituti come il Toscanini di Ribera? Non sono siciliano e sono venuto a sapere di questa incredibile vicenda da amici che la stanno vivendo da vicino. Non posso però fare a meno di unirmi alla loro indignazione per quel che rischia di accadere al Toscanini e, con il cuore, sarò fra coloro che stamattina, al parco archeologico di Agrigento, protesteranno affinché non siano l’arte, la cultura e la musica a dover pagare l’inefficienza di un sistema politico che sta dimostrando di non saper valorizzare proprio quel patrimonio che è chiamato ad amministrare.

Annunci