Nell’interpretare i dati della situazione italiana, le penne del Corriere.it si sono lasciati scappare un titolo un tantino fazioso: «La famiglia uccide più dei criminali»[1]. Un’affermazione alla quale uno potrebbe anzitutto ribattere che la famiglia in quanto tale non ha mai ucciso nessuno, e il fatto che vi siano tante violenze, più che con la famiglia tradizionale – statisticamente in agonia – ha a che vedere col clima libertario di questi anni, con le separazioni e con i divorzi.

Altrimenti non si spiegherebbe come mai dal gennaio 1994 all’aprile 2003 – per dirne una – si siano verificati 854 omicidi maturati in seguito a divorzi, separazioni o cessazioni di convivenze e, su un campione di 46.096 casi di divorzi, separazioni e cessazioni di convivenza analizzati, 39.919 (l’86,6%) abbiano avuto implicazioni penali come calunnia, minacce, sottrazione di minore, percosse, maltrattamenti, lesioni, sequestro di persona, violenza privata, violenza sessuale [2].

Prendendola da un altro punto di vista, invece, si potrebbe osservare che è stato dimostrato come il matrimonio faccia bene dal momento che risulta correlato ad una riduzione del crimine del 35% [3]. Lo stesso non si può dire delle coppie conviventi nelle quali, oltretutto, le donne sono statisticamente più esposte al rischio di subire violenza [4]. Insomma, ai simpaticoni di Via Solferino se ne potrebbero dire proprio tante. Ma la cosa migliore, forse, è far finta di niente: certe sciocchezze non meritano alcuna attenzione.

[1]http://www.corriere.it/cronache/12_agosto_23/omicidi-famiglia-aumento-istat_b1a98d78-ed32-11e1-89a9-06b6db5cd36c.shtml; [2] Cfr. Dati Associazione Ex cit. in. Ludovici G.S. «IL TIMONE» – N. 55 – ANNO VIII – Luglio/Agosto 2006, pp. 32 – 33 [3]  Cfr. Sampson, Robert J S., John H. Laub, and Christopher Wimer (2006). Does Marriage Reduce Crime? A Counterfactual Approach to Within-Individual Causal Effects. «Criminology»; 44: 465-508; [4] Cfr. Abramsky T. – Watts C.H. – Garcia Moreno C. – Devries K. – Kiss L. – Ellsberg M. – Jansen H.A. – Heise L. (2011) What factors are associated with recent intimate partner violence? findings from the WHO multi-country study on women’s health and domestic violence. «BMC Public Health»; 11: 109;  Maston C.T. (2011) Criminal Victimization in the United States, 2007 – Statistical Tables. «Bureau of Justice Statistics»; http://www.bjs.gov/index.cfm?ty=pbdetail&iid=1743