«I migranti non li prendo a casa mia perché ci deve pensare lo Stato». Questa dichiarazione, resa ieri durante la presentazione dell’ultimo numero di Limes, a Palazzo della Pigna, in teoria è di monsignor Galantino, segretario della Cei, ma in pratica no, non può essere. Non può difatti trattarsi dello stesso secondo cui aiutare gli africani in Africa «rischia di non bastare, e di essere un modo per scrollarsi di dosso le responsabilità» (13.7.2017), che pur consapevole che sia «difficile aprire le proprie case» (10.8.2015) lamentava che «in alcune diocesi si riscontrano difficoltà da parte delle parrocchie ad attivare esperienze di accoglienza» (11.4.2017). Che diavoli, questi scienziati: hanno clonato un monsignore, e non ci hanno detto niente.

Giuliano Guzzo

…Ordinalo subito su Amazon!

Annunci